Gemellaggio
Sinalunga Aÿ-Champagne
[documenti e foto >]

Link in evidenza:
Biblioteca
Teatro Comunale

Farmacie
Turni e orari



















 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 






Realizzazione: Edizioni Luì
Via Enrico Fermi, 54
53048 Sinalunga (Siena)
p.iva 00629270521
webmaster mail>

chiana


shakespeare

400º anniversario della morte di Shakespeare.

Per ricordare l'Anniversario il saggio annuale del Laboratorio teatrale comunale, diretto da Maria Claudia Massari, presenta: "La commedia degli errori", scritta tra il 1589 e il 1594.
Tre gli spettacoli previsti presso il Teatro Comunale "Ciro Pinsuti" di Sinalunga:
Venerdì 6, Sabato 7 e Domenica 8 Maggio 2016 alle ore 21.00.

1º MAGGIO A RIGOMAGNO

ore 9.30 ritrovo in piazza per passeggiata distensiva, divertente e appetitosa nella campagna intornoa a Rigomagno, con pranzo al sacco

ore 18.00 tradizionale "mitica" MegaMerenda in piazza con accompagnamento musicale

1MAGGIO

BETTOLLE - Chiesa Parrocchiale di S. Cristoforo
Sabato 30 Aprile - ore 21,15 Processione con l'Immagine del SS. Crocifisso dalla Chiesa della Misericordia.
Intronizzazione del SS. Crocifisso e S. Messa concelebrata dal Vescovo Stefano e dal Vescovo Rodolfo
Per la riapertura al culto della chiesa – Vedi programma >

bettolle rosone



comune sinalunga biblioteca sinalunga teatro comunale

Comune di Sinalunga

Biblioteca Comunale

Teatro Comunale "Ciro Pinsuti"


bibliotheca amorosa

 

"BIBLIOTHECA DE L'AMOROSA"
La biblioteca contiene molti libri sulla storia, l'arte, la cultura del territorio compreso tra le province di Siena Arezzo. I libri, offerti in diversi formati, sono ordinati per argomento e sezioni. VEDI>

 


L'identificazione di un territorio non può prescindere dalla memoria e la memoria, per una terra come la nostra, non può prescindere dall'agricoltura e dai suoi prodotti che, da origini remote, sono arrivati fino a noi.
Il piacere di gustare prodotti tipici e tradizionali può configurasi come forma di conoscenza di una comunità: dai sapori ai luoghi, dai luoghi alla gente, alla storia ed alla cultura.


olive

OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA
Le piante di olivo sono da secoli parte essenziale del paesaggio toscano. Le colline che circondano Sinalunga ne sono modellate e ingentilite. Coltivato dagli etruschi dal VII sec. a.C. l'olivo è la pianta più conosciuta, sia per i luoghi di storica memoria che evoca, che per gli alti valori simbolici che ad esso sono attribuiti fin dai tempi più antichi. La sua coltivazione ha legato il lavoro dell'uomo alle asperità delle colline e, per chi lo coltiva ancora oggi nel rispetto della tradizione, è la pianta che ha i più alti costi di produzione, ma che regala un prodotto eccellente, sia dal punto di vista organolettico, che per le qualità dietetiche e nutrizionali.


uva

VINO
Come per l'olivo, anche la vite, con i suoi diritti filari, contribuisce a rendere le nostre colline dei veri e propri "giardini naturali", da sempre custoditi con cura. Se è vero che un tempo nell'alimentazione contadina di queste terre, non era importante che il vino fosse buono, purché ce ne fosse abbastanza, quello "buono" si lasciava per le feste.
Oggi invece che la fatica (almeno quella fisica) è di gran lunga minore e che l'alimentazione è così ricca e varia, bisogna che il vino sia, come si dice "meglio poco, ma buono"!


chianina

LA CHIANINA
La carne chianina, lo dice la parola stessa, è strettamente legata alla nostra Valdichiana. Sapore, magrezza e digeribilità della carne dei grandi bovini dal mantello bianco non temono confronti, protagonisti anch'essi del paesaggio toscano, si sono diffusi nel mondo. Eppure questi bellissimi animali, per i contadini che da sempre li allevano nella pianura della Valdichiana, non erano certo disponibili per farne bistecche, ma ne veniva sfruttata soprattutto la grande mole e la resistenza fisica per lavorare i campi o per trainare i carri. Ancora oggi il "barroccio" del Palio di Siena è trainato da buoi di razza chianina.


cinta

LA CINTA SENESE
La Cinta Senese è la razza di suini capostipite nella Toscana, diffusa ed apprezzata fin dal Medioevo, la si ritrova rappresentata anche nel grande Affresco trecentesco di Ambrogio Lorenzetti a Palazzo Pubblico a Siena intitolato: Effetti del Buongoverno.
La cinta senese è allevata allo stato brado, o semi brado controllato, in particolare in zone boscose ricche di querce, l'ideale per questo piccolo maiale che si ciba di radici e ghiande. Negli anni questa razza pregiata ha rischiato l'estinzione, perché la sua crescita è lenta.


pecore

IL PECORINO TOSCANO
Le caratteristiche che fanno del Pecorino Toscano un prodotto di eccellenza, derivano sia dalle condizioni ambientali in cui avviene l'allevamento delle pecore, sia dalle tecniche produttive che, nel rispetto di una tradizione secolare, riescono a realizzare un formaggio tipico di grande qualità utilizzando solo latte di pecora.
Il sapore dolce e delicato, soprattutto nel prodotto "fresco", è dovuto essenzialmente ai pascoli ricchi di erbe profumate e saporose, dove le pecore sono lasciate libere al pascolo, mentre il prodotto semistagionato e stagionato, presenta un aroma più pronunciato e persistente dovuto al processo di stagionatura.