Gemellaggio
Sinalunga Aÿ-Champagne
[documenti e foto >]

Link in evidenza:
Biblioteca
Teatro Comunale





















 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 






Realizzazione: Edizioni Luì
Via Enrico Fermi, 54
53048 Sinalunga (Siena)
p.iva 00629270521
webmaster mail>

 

il filoSabato 25 ottobre 2014 ore 18
Bettolle - Punto prestito Biblioteca Comunale - Viale Mazzini, 3

Nell'ambito del progetto della Regione Toscana "In biblioteca perché c'è il futuro della tua storia", a cura dell'Ufficio comune ATO Biblioteche di Sinalunga, Torrita di Siena, Trequanda, in collaborazione con l'Associazione Amici di Pasquale Marchi, e della Associazione "La Frontiera"

Presentazione del libro "Il filo dei ricordi"
in ricordo di Pasquale Marchi

Scopo dell'iniziativa, oltre a ricordare Pasquale, è di raccogliere fondi a favore dell'Associazione "Amici di Pasquale Marchi" che devolverà il ricavato della vendita dei volumi a beneficio delle persone inabili

 

teatro pinsutiSINALUNGA
Teatro Comunale "Ciro Pinsuti"
Domenica 26 ottobre 2014 – ore 17.00

Presentazione Cartellone Stagione Teatrale 2014-2015
Direzione artistica Maria Claudia Massari
Compagnia Corps Rompu

con Brani Musicali interpretati dal tenore Marco Rencinai
e dal maestro Alessio Tiezzi, Direttore Istituto Musicale-Fondazione Cantiere Montepulciano


 

 

"BIBLIOTHECA DE L'AMOROSA"

La biblioteca contiene molti libri sulla storia, l'arte, la cultura del territorio compreso tra le province di Siena Arezzo. I libri, offerti in diversi formati, sono ordinati per argomento e sezioni. Si accede all'indice dalla home page del sito de L'Amorosa
tramite il banner posto in basso a sinistra [ VEDI > ] biblio1 - biblio2

bibliotheca amorosa

don silvano cuoco senza stelle s.Michele la fratta don Claudio

Il 16 settembre, don Silvano Nardi, chiamato ad altro incarico in Diocesi, saluta i parrocchiani della Pieve VEDI >

26 SETTEMBRE Nel "Granaio dell'Amorosa" presentazione del libro di Franco Luise "Cuoco senza stelle" - VEDI >

Sabato 27 settembre alla Fratta "Festa di S.Michele"
VEDI >

7 ottobre, don Claudio Porelli nominato parroco di San Pietro ad Mensulas VEDI >

 


L'identificazione di un territorio non può prescindere dalla memoria e la memoria, per una terra come la nostra, non può prescindere dall'agricoltura e dai suoi prodotti che, da origini remote, sono arrivati fino a noi.
Il piacere di gustare prodotti tipici e tradizionali può configurasi come forma di conoscenza di una comunità: dai sapori ai luoghi, dai luoghi alla gente, alla storia ed alla cultura.


olive

OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA
Le piante di olivo sono da secoli parte essenziale del paesaggio toscano. Le colline che circondano Sinalunga ne sono modellate e ingentilite. Coltivato dagli etruschi dal VII sec. a.C. l'olivo è la pianta più conosciuta, sia per i luoghi di storica memoria che evoca, che per gli alti valori simbolici che ad esso sono attribuiti fin dai tempi più antichi. La sua coltivazione ha legato il lavoro dell'uomo alle asperità delle colline e, per chi lo coltiva ancora oggi nel rispetto della tradizione, è la pianta che ha i più alti costi di produzione, ma che regala un prodotto eccellente, sia dal punto di vista organolettico, che per le qualità dietetiche e nutrizionali.


uva

VINO
Come per l'olivo, anche la vite con i suoi diritti filari contribuisce a rendere le nostre colline di veri e propri "giardini naturali", da sempre custoditi con cura. Se è vero che un tempo nell'alimentazione contadina di queste terre, non era importante che il vino fosse buono, purché ce ne fosse abbastanza, quello "buono" si lasciava per le feste.
Oggi invece che la fatica (almeno quella fisica) è di gran lunga minore e che l'alimentazione è così ricca e varia, bisogna che il vino sia, come si dice "meglio poco, ma buono"!


chianina

LA CHIANINA
La carne chianina, lo dice la parola stessa, è strettamente legata alla nostra Valdichiana. Sapore, magrezza e digeribilità della carne dei grandi bovini dal mantello bianco non temono confronti, protagonisti anch'essi del paesaggio toscano, si sono diffusi nel mondo. Eppure questi bellissimi animali, per i contadini che da sempre li allevano nella pianura della Valdichiana, non erano certo disponibili per farne bistecche, ma ne veniva sfruttata soprattutto la grande mole e la resistenza fisica per lavorare i campi o per trainare i carri. Ancora oggi il "barroccio" del Palio di Siena è trainato da buoi di razza chianina.


cinta

LA CINTA SENESE
La Cinta Senese è la razza di suini capostipite nella Toscana, diffusa ed apprezzata fin dal Medioevo, la si ritrova rappresentata anche nel grande Affresco trecentesco di Ambrogio Lorenzetti a Palazzo Pubblico a Siena intitolato: Effetti del Buongoverno.
La cinta senese è allevata allo stato brado, o semi brado controllato, in particolare in zone boscose ricche di querce, l'ideale per questo piccolo maiale che si ciba di radici e ghiande. Negli anni questa razza pregiata ha rischiato l'estinzione, perché la sua crescita è lenta.


pecore

IL PECORINO TOSCANO
Le caratteristiche che fanno del Pecorino Toscano un prodotto di eccellenza, derivano sia dalle condizioni ambientali in cui avviene l'allevamento delle pecore, sia dalle tecniche produttive che, nel rispetto di una tradizione secolare, riescono a realizzare un formaggio tipico di grande qualità utilizzando solo latte di pecora.
Il sapore dolce e delicato, soprattutto nel prodotto "fresco", è dovuto essenzialmente ai pascoli ricchi di erbe profumate e saporose, dove le pecore sono lasciate libere al pascolo, mentre il prodotto semistagionato e stagionato, presenta un aroma più pronunciato e persistente dovuto al processo di stagionatura.


 

650 chiana
"Val di Chiana 7 ottobre 1363
Un giorno lunghissimo"

e_book realizzato in occasione dei 650 anni dalla "battaglia di Val di Chiana. scaricabile dal sito biblioato>

sator"Il segreto del Sator perduto"

Il racconto si sviluppa nella zona di sinalunga.
Scaricabile dal sito biblioato>


piccoli borghi e champagne

"piccoli Borghi e… Grandi Champagne"
a L'AMOROSA, SINALUNGA

GALLERIE FOTOGRAFICHE >| FILMATI > | E-BOOK > |

vino feste comandate

"Il Vino delle Feste Comandate" Finalmente la storia vera, raccontata in modo semplice e chiaro, del più famoso vino della Toscana… e forse anche di più.
Scaricabile da
Sinalunga-aychampagne.eu>

il mistero del gram

"Il Mistero del Gram" L'avvincente storia di una ricetta segreta che si sviluppa intorno alla mitica colazione della Domenica di Pasqua in Valdichiana. Con documenti inediti e sconvolgenti. E con le illustrazioni dei più grandi disegnatori del secolo.
Sinalunga-aychampagne.eu>

la zia dei tolomei

"La Zia dei Tolomei"
Il racconto si sviluppa intorno agli eventi che portarono alla "Battaglia di Valdichiana"del 1363. E-Book scaricabile gratuitamete nel sito biblioato>

ebook collegiata"Memorie sulla nostra Collegiata"
e-Book Tratto da "L'Apostolo di Famiglia", Torino 1937.
Può essere scaricato nella sezione multimedia del sito biblioato.it>

 

qs

"Dizionario toponomastico di Sinalunga"
a cura di Emanuele Grieco - "Quaderni Sinalunghesi" n. 1/2013

Scaricabile gratuitamente dal sito della biblioteca in formato pdf ottimizzato e nella versione ePub per tablet e smartphone
[vedi presentazione nel sito biblioato >

teatro sinalungaIl Saggio finale del Laboratorio del Teatro Comunale in un racconto fotografico IN "Quaderni Sinalunghesi" n. 2/2013
S caricabile gratuitamente dal sito Biblioato.it [ VEDI> ]



biblioato micio Segnaliamo il sito dell'Ufficio comune delle Biblioteche comunali dell'Alta Valdichiana Senese, perché ricchissimo di contenuti. Continuamente aggiornato è un punto di riferimento non solo per quanti amano leggere, e per la cultura in generale, ma anche, semplicemente per chi voglia curiosare tra fatti e notizie della nostra zona... e non solo. Tra l'altro di notevole interesse un blog, suddiviso per sezione, in rapidissima evoluzione, con le notizie più impensate
VEDI WWW.BIBLIOATO.IT >